Barcellona

Barcelona: mi vida, mi corazon – Ep.2

Barcellona

Ben ritro­va­ti cari let­to­ri!

La vol­ta scor­sa ci sia­mo fer­ma­ti ai pie­di del­la sca­li­na­ta da cui rag­giun­ge­re il Palaz­zo Nazio­na­le.

Oggi ripar­ti­re­mo pro­prio da quel­la che è sta­ta nel 1929 la sede dell’esposizione uni­ver­sa­le di Bar­cel­lo­na.

Ci inol­tria­mo all’interno dei vastis­si­mi giar­di­ni del Parc Mon­t­juïc e la pros­si­ma tap­pa, obbli­ga­to­ria, è davan­ti l’ingresso del Esta­dio Olím­pi­co, anti­stan­te la bel­lis­si­ma Piaz­za d’Europa. Que­sta è l’area in cui sor­ge il sito Olim­pi­co del­la cit­tà cono­sciu­to come Anel­la Olìm­pi­ca e for­ni­to del­le più moder­ne strut­tu­re spor­ti­ve.

Adden­tran­do­ci sem­pre più nel­la vege­ta­zio­ne, ad un cer­to pun­to note­re­mo una tele­fe­ri­ca. Andia­mo a pren­der­la.
La tele­fe­ri­ca, ad un prez­zo tutt’altro che mode­sto, ci offre due tra­git­ti. Il pri­mo ci por­ta al Castel­lo di Mon­t­juïc, anti­ca for­ti­fi­ca­zio­ne costrui­ta nel 1640, duran­te la rivol­ta con­tro re Filip­po IV, insor­ta con lo sco­po di respin­ge­re l’assalto del­le trup­pe casti­glia­ne coman­da­te dal mar­che­se Los Vélez.

Dal castel­lo si può gode­re di una splen­di­da vista a 360 gra­di su cit­tà e mare.

Fini­ta la visi­ta al castel­lo ripren­dia­mo la tele­fe­ri­ca fino alla base per intra­pren­de­re poi il secon­do per­cor­so, altret­tan­to moz­za­fia­to.

Dicia­mo che que­sto tra­git­to lo scon­si­glio for­te­men­te a chi sof­fre di ver­ti­gi­ni.
Chie­de­te pure al mio ami­co Nico­lò Sera­fi­co che potrà con­fer­mar­vi.

Qui la tele­fe­ri­ca si tra­sfor­ma in funi­co­la­re che vi por­te­rà da uno dei pun­ti più alti del­la cit­tà al pun­to più bas­so, ovve­ro la Bar­ce­lo­ne­ta.

Vole­te far­vi un tuf­fo? Sie­te libe­ri, vi aspet­to.

Barcellona

Nel men­tre vi dico che tro­vo che la Bar­ce­lo­ne­ta sia uno dei luo­ghi più bel­li del­la cit­tà. Ci ritro­via­mo davan­ti ad un lun­go­ma­re chi­lo­me­tri­co for­ni­to di tut­ti i ser­vi­zi stret­ta­men­te neces­sa­ri e non.

Qui tro­via­mo nume­ro­sis­si­mi risto­ran­ti, chi­rin­gui­tos e nego­zi di vario gene­re.

Il lun­go­ma­re, oltre alla Ram­bla, è l’altro luo­go di movi­da del­la cit­tà, dove pul­lu­la­no nume­ro­sis­si­me e famo­se disco­te­che come il Pacha.

Dal­la Bar­ce­lo­ne­ta per oggi è tut­to, vi augu­ro un buon fine set­ti­ma­na e un meri­ta­to relax sul­le spiag­ge spa­gno­le, con l’augurio di rin­con­trar­vi tut­ti la set­ti­ma­na pros­si­ma per adden­trar­ci nel cen­tro cit­tà!

Vi ricor­do di segui­re il nostro pod­ca­st su Spo­ti­fy, Apple Pod­ca­stGoo­gle Pod­ca­st in cui tro­ve­re­te gli epi­so­di del­le diver­se cit­tà!

Cheers,

Ales­san­dro Cap­pa _ Rol­ling South

Barcellona
audio
Bar­cel­lo­na: Mi vida, mi cora­zon - Ep2by Ales­san­dro Cap­pa