WWDC: Le novità di Apple

Ieri, duran­te l’appuntamento annua­le di Apple, sono sta­te pre­sen­ta­te le novi­tà in ambi­to soft­ware che vedre­mo quest’anno sui pro­dot­ti del­la casa di Cuper­ti­no. La car­ne al fuo­co è tan­ta e sono in arri­vo mol­te fun­zio­na­li­tà che miglio­re­ran­no l’esperienza dell’utente; dia­mo un’occhiata alle prin­ci­pa­li:

IOS 14

Par­ten­do da iOS, ossia il siste­ma ope­ra­ti­vo degli iPho­ne, Apple ha annun­cia­to mol­tis­si­me novi­tà in arri­vo:

-App clips, un pac­chet­to di mas­si­mo 10MB che rac­chiu­de­rà una o più fun­zio­na­li­tà di una app sen­za che l’utente deb­ba sca­ri­car­la com­ple­ta­men­te. Que­sto signi­fi­ca che, se per esem­pio un uten­te deve noleg­gia­re una bici, potrà far­lo usan­do un’applicazione, sen­za biso­gno di sca­ri­car­la.

-Video PiP, la pos­si­bi­li­tà di vede­re un video men­tre si fa altro tra­sfor­man­do il video in una fine­stra ”volan­te”, dan­do all’utente la pos­si­bi­li­tà di usa­re altre app nel frat­tem­po.

-Un nuo­vo tra­dut­to­re di Apple che com­pe­te­rà con quel­lo di Goo­gle.

-Chia­vi vir­tua­li per l’automobile che potran­no esse­re addi­rit­tu­ra con­di­vi­se tra­mi­te iMes­sa­ge.

-Nuo­ve fun­zio­na­li­tà per le map­pe tra le qua­li per­cor­si che inclu­do­no sta­zio­ni di rica­ri­ca per auto elet­tri­che e per­cor­si per bici­clet­te.

-Wid­get, come quel­li di win­do­ws xp ma più bel­li.

-Siri non occu­pe­rà più l’intera scher­ma­ta ma com­pa­ri­rà nel­la par­te bas­sa del­lo scher­mo sen­za inter­rom­pe­re quel­lo che sta­vi facen­do

IpadOS 14

Su iPad arri­ve­ran­no le novi­tà già intro­dot­te in iOS, in più l’esperienza dell’Apple pen­cil sarà miglio­ra­ta per­met­ten­do all’utente di usa­re il testo scrit­to a mano come testo nor­ma­le

sele­zio­nan­do­lo, copian­do­lo e incol­lan­do­lo a pia­ci­men­to. Inol­tre gra­zie ad un’intelligenza arti­fi­cia­le sarà pos­si­bi­le dise­gna­re, per esem­pio, un esa­go­no scrau­so e il tuo iPad lo tra­sfor­me­rà magi­ca­men­te in uno per­fet­to.

AirPods

Ora le Air­Pods si con­net­to­no auto­ma­ti­ca­men­te al dispo­si­ti­vo che stai uti­liz­zan­do sen­za dover­le ricon­net­te­re ogni vol­ta, e per le Air­Pods Pro è in arri­vo l’audio sur­round vir­tua­le che per­met­te­rà di gode­re di una miglio­re espe­rien­za audio­vi­si­va.

Watch os 7

Per Apple Watch è in arri­vo una nuo­va inter­fac­cia e nuo­ve fun­zio­na­li­tà come un miglio­re moni­to­rag­gio del­le atti­vi­tà di wor­kout, dan­za e addi­rit­tu­ra un oro­lo­gio che spun­ta fuo­ri quan­do ti lavi le mani per assi­cu­rar­si che tu lo fac­cia bene.

Privacy

Ora l’utente può sape­re imme­dia­ta­men­te che dati ver­ran­no trat­ta­ti da un app pri­ma anco­ra di sca­ri­car­la; vie­ne poi miglio­ra­ta la gestio­ne degli account che ora potran­no esse­re aggior­na­ti col­le­gan­do­li al tuo account.

Apple TV

per apple TV in arri­vo nuo­ve app, miglio­ra­ta l’esperienza di gio­co, i video PiP e lo strea­ming dei dispo­si­ti­vi Apple tra­mi­te Air­Play

In arri­vo poi su Apple tv+ una nuo­va serie ori­gi­na­le Apple basa­ta sul ciclo del­la fon­da­zio­ne di Asi­mov: Foun­da­tion

Mac OS Big Sur

Per la nuo­va ver­sio­ne di Mac OS è in arri­vo un nuo­vis­si­mo desi­gn miglio­ra­to e reso più sem­pli­ce e como­do per l’utente con nuo­ve app, ico­ne e ani­ma­zio­ni. Arri­va­no poi anche qui le novi­tà del­le map­pe ed i wid­get, inol­tre ver­rà aggiun­to il cen­tro di coman­do anche su Mac

Per Safa­ri arri­ve­ran­no nuo­ve fun­zio­na­li­tà tra le qua­li nuo­ve esten­sio­ni, miglior con­trol­lo del­la pri­va­cy e pre­sta­zio­ni otti­miz­za­te.

Infi­ne, il gran­de annun­cio di quest’anno è la nuo­va archi­tet­tu­ra dei chip per Mac, infat­ti Apple smet­te­rà di usa­re chip intel con archi­tet­tu­ra X86, e ver­ran­no inte­gra­ti nei Mac dei chip pro­prie­ta­ri di Apple con archi­tet­tu­ra ARM che per­met­te­ran­no agli svi­lup­pa­to­ri di inte­gra­re le app tra tut­ti i dispo­si­ti­vi Apple. Inol­tre le pre­sta­zio­ni dei nuo­vi chip dovreb­be­ro esse­re miglio­ri man­te­nen­do più bas­so il con­su­mo di elet­tri­ci­tà, tut­to que­sto abbas­san­do i costi di pro­du­zio­ne dal momen­to che i chip non dovran­no più esse­re com­pra­ti da ter­zi.

Infi­ne sono sta­te annun­cia­te per i pro­gram­ma­to­ri del­le app che sem­pli­fi­che­ran­no la tra­scri­zio­ne del codi­ce del­le app pro­get­ta­te per x86, ossia Uni­ver­sal 2 e Roset­ta 2.

Nico­la Nespo­li